VARESE

Varese (Vares in insubre) è un comune della Lombardia di 82.062 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia. Fino al 1927 era un comune dipendente dalla provincia di Como.
Si dice che il suo nome derivi da un termine celtico, var, che significa acqua, in quanto si trova nelle vicinanze di un lago, che porta il suo nome (il Lago di Varese).
Viene chiamata Città Giardino per merito del molto verde che si può trovare nell’ambito del comune a cui contribuiscono senza dubbio i giardini e i parchi delle molte ville che qui sono state costruite.
L’hinterland della città è chiamato “Varesotto”.

Collegamenti
La città è servita da tre stazioni ferroviarie: Varese, di proprietà del gruppo delle Ferrovie dello Stato, Varese Nord e Casbeno, di proprietà del Gruppo FNM. Inoltre Varese è, insieme a Milano, uno degli estremi dell’Autostrada dei Laghi (A8), la prima autostrada a pedaggio realizzata nel mondo.

Geografia
La città di Varese si trova in una posizione caratteristica, ai piedi del Sacro Monte di Varese che fa parte del Massiccio del campo dei fiori ed è sede di un osservatorio astronomico, nonché del Centro Geofisico Prealpino, una stazione meteorologica diretta dal professor Salvatore Furia.
La frazione che occupa la parte mediana della montagna prende il nome di Santa Maria del Monte in ragione del santuario medioevale, a cui si giunge tramite il viale delle cappelle del Sacro Monte.
A segnare il margine più basso della città l’omonimo lago che la lambisce a livello di alcune frazioni.

Idrografia
Il territorio di Varese è bagnato da numerosi corsi d’acqua, ed è interessato dal Lago di Varese. Nella frazione Rasa di Varese, il fiume Olona ha tre delle sue sorgenti, sempre in questa frazione l’Olona riceve le acque dei torrenti Legnone, Des e Sesnivi (o Valle del Forno). Più a valle, nella zona di Bregazzana, confluiscono nell’Olona anche i torrenti Braschè, Pissabò, Boscaccia e Grassi. A nord est, lambisce Varese il ramo sorgentizio orientale dell’Olona che scorre in Valganna; al confine tra Varese ed Induno Olona, confluisce nel fiume il torrente Pedana della Madonna. Sotto Santa Maria del Monte, sgorga quello che può considerarsi come il corso d’acqua di Varese, il torrente Vellone. Esso dopo aver bagnato Velate, attraversa coperto Varese e sfocia nell’Olona presso Belforte. A nord della frazione Rasa, nasce il torrente Buragona, alimentato dall’affluente Valgallina, tributario del Laghetto di Brinzio (detto anche “Pozza del Brinzio”). All’estremo nord del terriorio varesino, in cresta al Campo dei Fiori, nascono l’Intrino ed il Riazzo, che bagnano Brinzio. Dalla zona montuosa di Varese, nascono alcuni torrenti che cofluiscono nel Lago di Varese, sono il Val Luna ed il Rio di Casciago. A sud di Varese scorre la Roggia Nuova che confluisce nel lago presso Capolago. A Bizzozero nasce il torrente Selvagna, che confluisce nell’Olona presso Castiglione Olona. In località Torre San Quirico, quasi al confine con Gazzada Schianno, nasce il torrente Arno o Arnetta, uno dei principali corsi d’acqua del Basso Varesotto e dell’Altomilanese. Da sottolineare che Varese è chiamata “la terra dei laghi” perché essa con la sua provincia è bagnata da ben 7 laghi (lago di Varese, lago Maggiore, lago di Comabbio, lago di Monate, lago di Lugano, lago di Ghirla, lago di Ganna) da sottolineare inoltre la presenza di altri piccoli laghetti (lago di Biandronno e Lago Delio). Inoltre nelle vicinanze possiamo trovare anche il Lago di Como.

 

Questo articolo è rilasciato sotto i termini della GNU Free Documentation License.
Esso utilizza materiale tratto dalla voce di Wikipedia: “Varese“.

ASSISTENZA
VENDITA
CORSI
GRAFICA
 WEB SITE
 APP 
SOCIAL
FOTO / VIDEO
TESTI / TRADUZIONI
ARCHI / DESIGN